Corona Virus
22 giugno 2022

Rimborsi per casi morte aumentati del 163% nel 2021 rispetto al 2020. Eppure c’era il vaccino. La verità della quinta assicurazione USA


Cinque mesi dopo aver dato la notizia che l’amministratore delegato della compagnia assicurativa One America ha dichiarato che i decessi tra i lavoratori di età compresa tra i 18 e i 64 anni sono aumentati del 40% nel terzo trimestre del 2021, un’assicurazione molto più grande, la Lincoln National, ha registrato un aumento del 163% delle prestazioni in caso di morte erogate nell’ambito delle sue polizze vita collettive nel 2021 rispetto al 2020.

I resoconti mostrano una situazione più estrema rispetto all’aumento del 40% dei decessi nel terzo trimestre del 2021 citato a fine dicembre dall’amministratore delegato di One America Scott Davison – un aumento che, a suo dire, riguardava l’intero settore e che all’epoca aveva definito “inaudito”, “numeri enormi, enormi” e i più alti tassi di mortalità mai registrati nella storia del ramo vita.

I rendiconti annuali della Lincoln National Life Insurance Company mostrano che la compagnia ha versato in prestazioni di morte nell’ambito di polizze vita collettive poco più di 500 milioni di dollari nel 2019, circa 548 milioni di dollari nel 2020 e la strabiliante cifra di 1,4 miliardi di dollari nel 2021. Ecco i dati provenienti dai report ufficiali.


Qui il 2020


Qui il 2021


Dal 2019, l’ultimo anno normale prima della pandemia, al 2020, l’anno del virus Covid-19, c’è stato un aumento delle indennità di morte di gruppo pagate solo del 9%. Ma nel 2021, anno di introduzione del vaccino, le prestazioni in caso di morte collettiva sono aumentate di quasi il 164% rispetto al 2020.

Ecco i numeri precisi delle prestazioni in caso di morte da polizza collettiva,  tratti dai rendiconti annuali di Lincoln National per i tre anni:

2019: $500,888,808
2020: $547,940,260
2021: $1,445,350,949
Lincoln National è la quinta compagnia di assicurazioni sulla vita degli Stati Uniti, secondo BankRate, dopo New York Life, Northwestern Mutual, MetLife e Prudential.

I rendiconti annuali depositati presso gli Stati non riportano il numero di sinistri, ma solo l’importo totale in dollari dei sinistri pagati.

Le polizze vita collettive, nella maggior parte dei casi, coprono gli adulti in età lavorativa tra i 18 e i 64 anni il cui datore di lavoro include l’assicurazione sulla vita come benefit per i dipendenti. quindi quest’aumento viene a

Quanti decessi sono rappresentati dall’aumento del 163%? Non è possibile stabilirlo in base alle cifre in dollari riportate negli estratti conto.

Tuttavia, secondo la Society for Human Resource Management, la prestazione media in caso di decesso per l’assicurazione vita di gruppo fornita dal datore di lavoro è pari a un anno di stipendio.

Se il salario medio annuo delle persone coperte da polizze vita collettive negli Stati Uniti è di 70.000 dollari, ciò potrebbe rappresentare 20.647 decessi di adulti lavoratori, coperti da questa sola compagnia assicurativa. Si tratta di almeno 10.000 decessi in più rispetto a un anno normale per questa sola compagnia.

I prospetti per i tre anni mostrano anche un notevole aumento delle prestazioni ordinarie in caso di morte – quelle non erogate nell’ambito di polizze collettive, ma di polizze di assicurazione sulla vita individuali.

Nel 2019, l’anno di riferimento, tale cifra era di 3,7 miliardi di dollari. Nel 2020, l’anno della pandemia Covid-19, è salito a 4 miliardi di dollari, ma nel 2021, l’anno in cui il vaccino è stato somministrato a quasi 260 milioni di americani, è salito a 5,3 miliardi di dollari.

Le dichiarazioni mostrano che l’importo totale pagato da Lincoln National per tutte le richieste dirette e le prestazioni nel 2021 è stato di oltre 28 miliardi di dollari, 6 miliardi in più rispetto al 2020, quando ha pagato un totale di 22 miliardi di dollari, che è stato inferiore ai 23 miliardi di dollari pagati nel 2019, l’anno di riferimento.

Quindi una grande assicurazione, con decine di migliaia di assicurati, vede un impressionante numero risarcimento per casi morte nel 2021 rispetto al 2020 e al 2019. Come mai? Non era l’anno del vaccino che ha salvato centinaia di migliaia di vite? Qual è la verità sull’efficacia del vaccino?= Quale sugli effetti avversi? O ci sono state altre cause?



>>>articolo originale online>>>







...







.

.
Informativa
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.
Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti.
Si possono conoscere i dettagli, consultando la nostra privacy seguendo il link di seguito.
Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.
In caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Altre informazioni

Ok entra nel sito