.LAST
L’Australia alla riscossa! Berejiklian, l’odiata tiranna del feroce lockdown da COVID costretta a dimettersi per corruzione.


05 ottobre 2021
L’Australia alla riscossa! Berejiklian, l’odiata tiranna del feroce lockdown da COVID costretta a dimettersi per corruzione.

L’Australia alla riscossa! Berejiklian, l’odiata tiranna del feroce lockdown da COVID costretta a dimettersi per corruzione. Seguita a ruota da Barilaro, il suo corrotto vice premier, e dal terzo della banda dei tiranni del Covid, il ministro dei trasporti. Il prossimo premier del più popoloso stato dell’Australia dovrebbe essere Dominic Perrottet, uno strenuo oppositore del lockdown a un estimatore di Donald Trump


Il premier australiano del Nuovo Galles del Sud, pro-aborto, si dimette tra le indagini per corruzione. Un cattolico pro-vita e anti-lockdown è il il favorito tra i candidati a sostituire il premier Berejiklian.


La speranza di un ritorno della libertà è stata accesa in uno stato australiano dalle dimissioni shock del suo primo ministro, che si è dimesso. Venerdì mattina, il premier del Nuovo Galles del Sud (NSW), Gladys Berejiklian, si è dimesso tra le notizie di un'indagine formale sulla sua condotta passata da parte della Commissione indipendente contro la corruzione (ICAC Independent Commission Against Corruption). Gladys Berejiklian ha annunciato che le sue dimissioni "non potevano avvenire in un momento peggiore". Tuttavia, è stata costretta a dimettersi dal Parlamento e dal suo seggio elettorale di Willoughby a North Sydney. "Dimettersi in questo momento è contro ogni istinto del mio essere e qualcosa che non voglio fare", ha dichiarato Berejiklian. "Amo il mio lavoro, e amo servire la comunità, ma non mi è stata data alcuna opzione dopo la dichiarazione che è stata rilasciata oggi", ha continuato. "Il mio unico rimpianto sarà quello di non essere in grado di finire il lavoro per assicurare che la gente del NSW passi a vivere liberamente con Covid". Ore prima delle sue dimissioni, la Commissione indipendente contro la corruzione (ICAC) ha annunciato che stava aprendo un'indagine formale per scoprire se Berejiklian avesse violato la fiducia pubblica. Berejiklian aveva una relazione personale con l'ex membro dell'Assemblea legislativa del Nuovo Galles del Sud, Daryl Maguire, quando ha concesso sovvenzioni a diverse organizzazioni comunitarie nella regione del NSW Riverina di Maguire tra il 2012 e il 2018. Al centro dell'indagine dell'ICAC c'è una sovvenzione governativa di 5,5 milioni di dollari all'Australian Clay Target Association e una sovvenzione di 30 milioni di dollari al Riverina Conservatorium of Music, che erano in fase di sviluppo nell'ex sede di Maguire, Wagga Wagga. La Commissione indipendente contro la corruzione (ICAC) è un organismo incaricato di indagare sulla corruzione nel settore pubblico del NSW, che include i membri del Parlamento australiano. La Berejiklian è stata fortemente criticata per le chiusure draconiane che ha imposto agli australiani che vivono nel New South Wales. In una recente conferenza stampa, Clive Palmer dello United Australia Party ha sostenuto che la corruzione della Berejiklian è ancora più evidente nel suo sostegno ai mandati di vaccinazione, alle chiusure e alla violenta applicazione da parte della polizia degli ordini totalitari di salute pubblica responsabili della distruzione di vite e imprese australiane. 

Palmer ha dichiarato di avere le prove che Berejiklian "è diretta da un lobbista di Sydney che è pagato da Astrazeneca e da Pfizer decine di milioni di dollari per far passare queste politiche e per assicurarsi che lo pseudo vaccino sia diffusissimo". Molti dei critici dell'ex premier suggeriscono che Berejiklian è stata usata come capro espiatorio dopo aver fatto passare le imposizioni draconiane in cambio di una sentenza più leggera. Le dimissioni di Berejiklian sono state seguite da quelle del ministro dei trasporti del Nuovo Galles del Sud Andrew Constance e del vice premier e leader dei Nationals John Barilaro, indicando che una nuova era di leadership politica sta nascendo nel Nuovo Galles del Sud. Il tesoriere Dominic Perrottet, il secondo più alto membro del partito liberale del Nuovo Galles del Sud, è emerso come il candidato principale per sostituire il premier caduto in disgrazia. L'ex primo ministro liberale John Howard ha pubblicamente appoggiato Perrottet, affermando che il vice leader è "la persona migliore per il lavoro da fare". Ci sono anche notizie di un accordo assicurato con entrambe le fazioni moderate e progressiste all'interno del Partito Liberale. Dopo le dimissioni shock di Berejiklian, Perrotet ha dichiarato che "Gli interessi del popolo del NSW devono sempre venire al primo posto, e la priorità del governo è quella di garantire che continuiamo a tenere la gente al sicuro, e che riapriamo l'economia e riportiamo la gente al lavoro, i bambini a scuola e la vita alla normalità il più velocemente possibile".


La nomina di Dominic Perrottet a premier del Nuovo Galles del Sud potrebbe avere un enorme impatto sul futuro della nazione, in particolare nel liberarsi delle onerose restrizioni COVID-19. Perrottet ha criticato gli Ordini di Salute Pubblica, sostenendo che le restrizioni hanno causato danni significativi all'educazione e alla salute mentale dei giovani australiani.

Quando l'ufficiale capo della sanità del NSW, la dottoressa Kerry Chant, ha suggerito l'estensione iniziale delle chiusure a Sydney, Perrottet secondo quanto riferito avrebbe risposto che la Chant e altri funzionari del governo avrebbero dovuto sacrificare i propri stipendi in solidarietà con gli australiani che venivano costretti alla bancarotta. Mentre lavorava sotto i vincoli dei blocchi COVID (lockdown) del governo liberale, Perrottet è stato lodato dal popolo australiano per il suo lavoro dietro le quinte. Egli è responsabile della riduzione delle limitazioni COVID-19 sui posti di lavoro, in particolare nell'industria delle costruzioni; della promozione di fondi governativi per assistere i proprietari di imprese; dell'apertura delle frontiere interne e dei viaggi internazionali; e dell'investimento di 5 miliardi di dollari nei governi locali dopo i devastanti blocchi di chiusura

Il suo incarico come tesoriere è stato segnato dalle rivelazioni secondo cui il regime di compensazione dei lavoratori dello stato, Icare, aveva sottopagato 52.000 lavoratori di ben 80 milioni di dollari ed era sull'orlo del collasso a causa di una cattiva gestione.

Nel 2019, il sig. Perrottet ha votato contro la depenalizzazione dell'aborto. Ha anche detto che le persone che vogliono votare per l'uguaglianza del matrimonio non sono necessariamente omofobe.

Quando Donald Trump è stato eletto presidente degli Stati Uniti nel 2016, Perrottet l'ha definita una "vittoria per coloro che sono sempre stati dati come sconfitti in maniera scontata dalle élite dell'establishment politico da lungo tempo" e ha fatto appello ad "una primavera conservatrice". Nel 2020 ha anche scritto un famigerato elenco sul The Sydney Morning Herald, intitolato "Ten Iconic Buildings I'd Bulldozed" (Dieci edifici iconici che ho demolito). Blues Point Tower era il numero 1. Qual è il prossimo passo per tutti? Il portiere australiano riferisce che la signora Berejiklian è stata precedentemente contattata per candidarsi per il seggio federale di Warringah, l'ex elettorato di Tony Abbott, che ha perso contro una popolare campagna incentrata sul cambiamento climatico dall'olimpionico Zali Steggall nel 2019.


Dipenderà dal fatto se la sig.ra Berejiklian sarà assolta da qualsiasi illecito dall'ICAC - qualcosa che lei reclama come inevitabile. Per ora, però, potrebbe volerci un po' di tempo. “Non posso prevedere quanto tempo impiegherà l'ICAC per completare questa indagine, per non parlare della presentazione di un rapporto, in circostanze in cui sono stata chiamata a testimoniare per la prima volta in un'udienza pubblica qualche tempo fa. Quasi 12 mesi fa”, ha detto la signora Berejiklian quando ha annunciato le sue dimissioni venerdì. Riceverà una pensione del valore di $ 200.000 all'anno per tutta la vita. Nel frattempo, il signor Constance ha già annunciato che entrerà in politica federale come candidato per il seggio laburista a Gilmore. Il partito spera che la sua esperienza politica di 17 anni come rappresentante di un elettorato dello stato NSW aumenterà le sue possibilità. Il signor Constance è un amico della signora Berejiklian ed è stato un forte sostenitore di un'azione drastica per fermare cambiamenti climatici, compresi maggiori investimenti nelle energie rinnovabili, dalla stagione degli incendi boschivi 2019-2020. Quanto a Barilaro, che ha già preso in considerazione una candidatura per la politica federale, ora dice che il suo tempo è scaduto. "Avrò 50 anni a novembre... forse una crisi di mezza età", ha detto Barilaro lunedì. "Ma sto pensando anche al resto e mi prenderò del tempo. Davvero non mi candiderò per la carica al parlamento federale".


Perrottet ha indicato il suo sostegno alla scelta individuale di essere vaccinato, pur rispettando le decisioni di coloro che hanno scelto di rimanere non vaccinati. In una recente intervista con 2GB Radio, il tesoriere ha detto al conduttore Joe Hildebrand che una volta che "ogni singola persona in questo stato ha avuto l'opportunità di essere vaccinata con due dosi, allora dovremmo aprire a tutti". "Voglio vedere più unità e non avere una società a due livelli qui". Perrottet ha anche lasciato intendere che, se ne avrà l'opportunità, porterà una riforma economica immediata e la fine degli ordini draconiani sulla salute pubblica. Questo include le chiusure a tempo indeterminato, le restrizioni alle imprese o ai luoghi di culto, e le vaccinazioni obbligatorie. Come vice leader del Partito Liberale del NSW, Perrottet è anche il leader dell'ala conservatrice del Partito Liberale. Perrottet ha sollevato le sopracciglia per il suo sostegno al presidente Donald Trump, denunciando la "devozione quasi religiosa della sinistra politica al cambiamento climatico" e la sua veemente posizione contro la legislazione pro-aborto nel 2019.

Cattolico devoto, Perrottet ha dichiarato di non poter sostenere leggi che fermano "il cuore pulsante di un bambino non nato". Perrottet vive in mezzo al suo elettorato ad Epping con sua moglie Helen e i loro sei figli Charlotte, Amelia, Annabelle, William, Harriet e Beatrice. Ha studiato legge all'Università di Sydney e ha lavorato come avvocato fino alla sua elezione al Parlamento del Nuovo Galles del Sud nel 2011.


>>>articolo originale online>>>

tutte le news>>>















.

.
Informativa
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.
Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti.
Si possono conoscere i dettagli, consultando la nostra privacy seguendo il link di seguito.
Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.
In caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Altre informazioni

Ok entra nel sito