Stop the Steal

09 luglio 2021
Il presidente Trump annuncia una class action contro Facebook, Google e Twitter insieme ai loro dirigenti

Il presidente Trump annuncia una class action contro Facebook, Google e Twitter insieme ai loro dirigenti



All'inizio di oggi dalla sua proprietà a Bedminster, nel New Jersey, il presidente Trump ha annunciato che sarà l'attore principale in un'azione legale collettiva contro i giganti della grande tecnologia Facebook, Google e Twitter, nonché i loro dirigenti. Il presidente Trump ha riunito alcuni grandi avvocati e un sacco di soldi per perseguire il monopolio tecnologico. A mio parere la causa è tempestiva, ben inquadrata e ben posizionata per avere successo. Questa è una buona battaglia da intraprendere e il distretto meridionale della Florida è una buona sede legale per la lotta.



Il presidente Trump è stato presentato dall'ex direttore delle politiche pubbliche della Casa Bianca, Brooke Rollins, che è l'attuale presidente dell'America First Policy Institute link, una partnership per controversie costituzionali. Sul sito è disponibile anche il video dell'annuncio di questa mattina. (rumble)


L'America è minacciata da ideologie che stanno erodendo i nostri principi fondanti. Lo stile di vita americano, compreso il federalismo, la libertà di parola e lo stato di diritto, viene minato e distorto nei nostri tribunali.

The America First Policy Institute sta istituendo la Constitutional Litigation Partnership (Partenariato per il contenzioso costituzionale) per ripristinare i diritti più fondamentali di tutti gli americani. La Partnership si batterà per ripristinare il governo che è delle persone, per le persone e dalle persone”.


>>>articolo originale online>>>

tutte le news>>>















.

.
Informativa
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.
Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti.
Si possono conoscere i dettagli, consultando la nostra privacy seguendo il link di seguito.
Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.
In caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Altre informazioni

Ok entra nel sito