Contro IL Deep State


09 luglio 2021
Un giudice decide di svelare dozzine di documenti sugli affari personali di Ghislaine Maxwell, inclusi quelli che rivelano la relazione di lei e Jeffrey Epstein con i Clinton.

Come riferisce il Daily Mail un giudice decide di svelare dozzine di documenti sugli affari personali di Ghislaine Maxwell, inclusi quelli che rivelano la relazione di lei e Jeffrey Epstein con i Clinton.

Il giudice Loretta Preska ha stabilito giovedì 1° luglio che dozzine di documenti sugli affari personali di Ghislaine Maxwell dovrebbero essere aperti nelle prossime due settimane.

Il giudice ha affermato che l'apertura dei documenti non avrebbe alcun impatto sul diritto di Maxwell a un processo equo a novembre, come hanno affermato i suoi avvocati.

Tra i documenti ci saranno gli sforzi di Maxwell per annullare le richieste di Virginia Roberts Giuffre di ottenere i suoi documenti finanziari.

Gli avvocati di Giuffre hanno chiesto documenti a Maxwell, inclusi "finanziamenti ricevuti dalla Clinton Global Initiative e dalla Clinton Foundation".

Clinton ha volato decine di volte sull'aereo di Epstein e le fotografie mostrano l'ex presidente con il finanziere e Maxwell

Un giudice ha stabilito che dozzine di altri documenti sugli affari personali di Ghislaine Maxwell dovrebbero essere resi pubblici, inclusi alcuni che potrebbero rivelare di più sulle sue finanze e sul suo rapporto con i Clinton.

Il giudice Loretta Preska ha affermato che l'apertura dei documenti non avrebbe alcun impatto sul diritto di Maxwell a un processo equo a novembre, come hanno affermato i suoi avvocati. Tra i documenti che saranno resi pubblici tra due settimane ci saranno gli sforzi di Maxwell per annullare le richieste di Virginia Roberts Giuffre, che ha citato in giudizio Maxwell per diffamazione, per ottenere i suoi documenti finanziari. Gli avvocati di Giuffre hanno richiesto una vasta gamma di documenti a Maxwell, inclusi "finanziamenti ricevuti dalla Clinton Global Initiative e dalla Clinton Foundation", secondo i documenti del tribunale.

 

A judge has ruled that dozens more documents about Ghislaine Maxwell's personal affairs should be made public, including some that could reveal more about her finances and her relationship to the Clintons. Maxwell and Epstein are pictured with Clinton in 1993

Un giudice ha stabilito che dozzine di altri documenti sugli affari personali di Ghislaine Maxwell dovrebbero essere resi pubblici, inclusi alcuni che potrebbero rivelare di più sulle sue finanze e sul suo rapporto con i Clinton. Maxwell ed Epstein nella foto con Clinton nel 1993


Il giudice ha anche stabilito che debbano essere resi pubblici anche i documenti relativi a una richiesta di Giuffre per gli account di posta elettronica che Maxwell avrebbe tenuto segreti alla corte. Potrebbero dare un'idea di uomini potenti che Maxwell conosceva, tale è il principe Andrea della famiglia reale britannica.

I documenti fanno parte di una tranche di materiale che viene gradualmente rilasciato dal giudice Preska per il caso di diffamazione che Giuffre ha intentato contro Maxwell nel 2016 per averla definita una bugiarda. Giuffre afferma che Maxwell l'ha reclutata quando aveva 16 anni e l'ha portata da Jeffrey Epstein per essere ripetutamente violentata e abusata, anche dal principe Andrea, cosa che lui nega. Il caso di diffamazione è stato risolto nel 2017, ma su richiesta dell'organizzazione dei media i documenti vengono gradualmente aperti. Durante un'udienza presso la corte federale di New York, il giudice Preska ha affermato di non essere convinta dall'argomento di Maxwell secondo cui "la continua apertura di questi materiali implica il suo diritto a un processo equo nel suo procedimento penale pendente", che dovrebbe iniziare a novembre.

Tra i documenti resi pubblici ci sarà una mozione per un ordine di protezione presentato dagli avvocati di Maxwell per limitare la quantità di informazioni sulle sue finanze che hanno dovuto consegnare. Gli avvocati di Giuffre hanno cercato tali informazioni in modo che sarebbero stati meglio informati se il caso fosse arrivato ad un accordo, cosa che ha fatto. Gli avvocati di Giuffre hanno cercato le dichiarazioni dei redditi di Maxwell, i bilanci delle società controllate da Maxwell e i bilanci delle società da lei controllate, tra gli altri materiali. Una sezione recita: "Da gennaio 2012 ad oggi, produrre tutti i documenti relativi a qualsiasi fonte di finanziamento per il progetto TarraMar (l'organizzazione no-profit di Maxwell) o qualsiasi altra entità senza scopo di lucro con cui si è associati, inclusi ma non limitati ricevuto dalla Clinton Global Initiative, dalla Clinton Foundation (a/k/a William J. Clinton Foundation, a/k/a/ the Bill, Hilary & Chelsea Clinton Foundation) e dalla Clinton Foundation Climate Change Initiative». Anche se non è chiaro se i Clinton compariranno nei documenti che saranno resi pubblici, ci sono molti altri personaggi prima e dopo e dozzine di documenti su questo argomento che verranno aperti. La relazione di Bill Clinton con Epstein e Maxwell è stata oggetto di un attento esame quando il finanziere è stato arrestato nel luglio 2019. Clinton ha volato sull'aereo di Epstein decine di volte e le fotografie lo hanno mostrato mentre riceveva un massaggio al collo da Chauntae Davies, una delle vittime di Epstein che lavorava come assistente di volo sul suo jet privato, noto come "Lolita Express".


Il libro A Convenient Death: The Mysterious Demise of Jeffrey Epstein (Una morte opportuna: la misteriosa scomparsa di Jeffrey Epstein), dei giornalisti Alana Goodman e Daniel Halper, ha persino affermato che Clinton e Maxwell avevano una relazione segreta. Altri documenti che verranno aperti riguardano una richiesta di informazioni da parte di Maxwell su quello che gli avvocati di Giuffre hanno definito un "account di posta elettronica non divulgato" che ha tenuto segreto al tribunale in violazione di un ordine di consegnarlo. In un documento pubblicamente disponibile, affermano: "La sig.ra Giuffre è a conoscenza di due indirizzi e-mail che sembrano essere gli indirizzi e-mail utilizzati dalla convenuta mentre la sig.ra Giuffre era con l'imputato e Epstein, vale a dire, dal 2000 al 2002. "La convenuta ha negato di aver utilizzato tali account per comunicare, ma non ha rivelato l'account che ha utilizzato per comunicare durante quel periodo, né ha prodotto documenti per questo". Su quattro pagine di testo censurato, che sarà reso pubblico tra due settimane, i legali di Giuffre discutono perché dovrebbe essere reso pubblico. Le e-mail che sono già state rese pubbliche sul caso hanno mostrato Maxwell che parlava con Epstein di questioni personali.

In una mail di gennaio 2015, quando Giuffre ha fatto le sue accuse in un tribunale in Florida e ha scatenato una tempesta mediatica, Epstein ha detto a Maxwell di tenere la testa alta e di smettere di comportarsi come una "detenuta". Il pedofilo ha detto a Maxwell: "Non hai fatto nulla di male e ti esorto a iniziare a comportarti come tale". Altre e-mail mostrano che il principe Andrea ha inviato un'e-mail a Maxwell alle 5:50 del 3 gennaio 2015 su Giuffre. Ha detto: 'Fammi sapere quando possiamo parlare. Ho alcune domande specifiche da farti su Virginia Roberts. Maxwell ha risposto: 'Avere alcune informazioni. Chiamami quando hai un momento'. Maxwell dovrebbe essere processata per cospirazione e spergiuro, per traffico sessuale, tra le altre accuse. La 59enne si è dichiarata non colpevole di tutte le accuse.

Anche il sito americano the gate way pundit riferisce del processo con altri dettagli

Un giudice ha ordinato a Ghislaine Maxwell di consegnare una serie di documenti segreti nelle prossime due settimane, compresi i documenti finanziari che rivelano i "finanziamenti ricevuti dalla Clinton Global Initiative e dalla Clinton Foundation". I documenti in questione sono stati originariamente depositati in relazione alla presunta vittima di Epstein, Virginia Roberts, causa legale contro Maxwell. Giuffre, che afferma di essere stata tenuta in ostaggio come "schiava sessuale" di Jeffrey Epstein e Maxwell e trafficata per anni, ha citato Maxwell per diffamazione nel 2015. Mentre la causa per diffamazione si è conclusa con un accordo segreto nel 2017, l'arresto di Maxwell nel luglio 2020 ha reso i documenti presentati nell'interesse pubblico della causa. Una tranche di documenti che rivelano i finanziamenti che Maxwell ha ricevuto dagli enti di beneficenza dei Clinton potrebbe far luce sul motivo per cui l'ex presidente ha preso almeno 26 voli sul jet privato di Epstein "Lolita Express". 

Dal gennaio 2012 ad oggi, produci tutti i documenti relativi a qualsiasi fonte di finanziamento per il Progetto TarraMar (l'organizzazione no profit di Maxwell) o qualsiasi altra entità senza scopo di lucro a cui sei associato, inclusi, a titolo esemplificativo, i finanziamenti ricevuti dalla Clinton Global Initiative, the Clinton Foundation (a/k/a William J. Clinton Foundation, a/k/a/ the Bill, Hilary & Chelsea Clinton Foundation) e la Clinton Foundation Climate Change Initiative”, sentenzia il giudice distrettuale di una sezione degli Stati Uniti Loretta Preska.


Il giudice Preska non è rimasto convinto e ha chiesto a Maxwell di consegnare anche la corrispondenza da un account di posta elettronica "segreto" che usava per comunicare con Epstein mentre Giuffre era oggetto di tratta. Maxwell in precedenza aveva violato un'ingiunzione del tribunale di consegnare l'"account e-mail non divulgato". "SM. Giuffre è a conoscenza di due indirizzi e-mail che sembrano essere gli indirizzi e-mail utilizzati dall'imputato mentre la signora Giuffre era con l'imputato e Epstein, vale a dire, dal 2000 al 2002. L'imputato ha negato di aver utilizzato quegli account per comunicare, ma non ha rivelato il account che ha usato per comunicare in quel periodo, né per produrre documenti da esso", ha detto Preska. "Avendo preso una visione particolareggiata dei documenti, la corte conclude che ogni documento tendeva ragionevolmente a influenzare la decisione della corte ed è quindi un documento giudiziario". Altri documenti che verranno aperti includono le dichiarazioni dei redditi, i bilanci e i rendiconti finanziari di Maxwell per le società da lei controllate, una mozione per ordine cautelare presentata dall'avvocato di Maxwell che mostra i loro sforzi per limitare la quantità di informazioni finanziarie da consegnare. Maxwell avrebbe aiutato Epstein a reclutare bambini per Epstein per abusare sessualmente tra il 1994 e il 2004. Nel 2019, Epstein è stato accusato di traffico sessuale e cospirazione per commettere traffico sessuale, ma gli è stata negata la cauzione prima del suo processo. Morì misteriosamente in carcere e la sua morte fu dichiarata suicidio. I documenti non sigillati nel caso di Maxwell lo scorso luglio contenevano accuse salaci che una sfilza di accusatori di Epstein era stata fatta nelle deposizioni. Giuffre ha dettagliato le orge "costanti" che Maxwell e il defunto pedofilo hanno fatto nell'isola caraibica privata di Epstein, in una deposizione non sigillata del 2015. "C'è solo una sfocatura di così tante ragazze", ha detto Giuffre agli avvocati. “C'erano bionde, c'erano brune, c'erano rosse. Erano tutte belle ragazze. Direi che l'età variava tra i 15 ei 21 anni", ha detto, aggiungendo che "al 100%" ha visto Maxwell fare sesso con altre donne lì. Maxwell è stato detenuto in attesa del processo al Metropolitan Detention Center di Brooklyn. Si è dichiarata non colpevole e ha fatto appello cinque volte per essere rilasciata dal carcere in attesa del processo, ogni appello è stato respinto. La 59enne deve affrontare un procedimento con otto capi d'accusa per il suo ruolo nel traffico sessuale con Epstein. Il suo processo inizierà a novembre.

tutte le news>>>















.

.
Informativa
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.
Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti.
Si possono conoscere i dettagli, consultando la nostra privacy seguendo il link di seguito.
Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.
In caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Altre informazioni

Ok entra nel sito